Ravioli ripieni di cernia e pistacchio conditi in insalata

Ravioli ripieni di cernia e pistacchio conditi in insalata

Venerdi pesce… e infatti ho preparato un piatto di pesce! Regolare no?

OK il piatto è un po complesso e lunghetto ma alla fine da le sue grandi soddisfazioni!

Ecco come fare i ravioli ripieni di cernia e pistacchio.

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 3 uova
  • 400 grammi di farina
  • 1 cucchiaino di sale

Pe il ripieno:

  • un filetto di cernia
  • Circa 50 pistacchi
  • mollica di pane
  • porro
  • olio d’oliva

Preparazione:
Per la pasta mettete insieme tutti gli ingredienti e mischiate 🙂
Ci vuole piu o meno una ventina di minuti di lavorazione con le mani in modo da ottenere una pasta abbastanza elastica, quando vedete che è pronta fatene una palla, incelofanatela e mettetela in frigorifero per una mezz’ora.
Dopo mezz’ora passatela alla macchina per farne le sfoglie (la mia macchina diceva spessore 3).
Fatte le sfoglie prendete un bicchiere e fatene dei cerchi.

Fatto? OK ora passiamo al ripieno.

Dal filetto di cernia levate le spine (le individuate con le dita e le togliete tirando con una pinzetta).
Fate poi a pezzetti la cernia e mettetela da parte.
Prendete lo scalogno e fatene un soffritto dove poi aggiungerete il pesce.
A parte invece dovrete sbucciare i pistacchi salati e poi tritarli con un robot da cucina.
Quando la cernia ha preso il colore bianco, aggiungete un bicchiere di vino bianco e fate sfumare dopodiche aggiungete i pistacchi, mischiate bene e fate raffreddare.

Ci siamo ci siamo… su ogni cerchietto di pasta mettete una pallina di ripieno, bagnate i lati con acqua e chiudete la mezzaluna con le dita, per sicurezza “sigillate” con la punta della forchetta come vedete nelle foto.

I ravioli ripieni di cernia e pistacchio sono pronti!

Per il condimento abbiamo tante diverse soluzioni, da un sugo semplice a uno di pesce spada… io ho provato con una soluzione meno convenzionale…

Padella aglio e olio, aggiungete la lattuga tagliata a striscette e aggiungete i ravioli (bolliti in acqua salata naturalmente). Sul piatto poi una spruzzata di aceto balsamico di Modena.

Nelle foto il risultato.

Cià



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *